La risposta alla prima interpellanza su opere urgenti e non urgenti a Serina e frazioni

Standard
Ci eravamo dimenticati di inserire sul sito la risposta alla prima interpellanza. La pubblichiamo ora con il commento che avevamo fatto sulla pagina FB di F&T.
LA RISPOSTA 

COMMENTO
“In poche parole avevamo messo in rilievo alcuni problemi, come i parcheggi in centro al paese, alcuni lampioni non funzionanti in Bagnella, il problema del marciapiede in via Bonaldi, problema di un accumulo di spazzatura vicino alla mulattiera che porta al Corone e altri ancora. Ci saremmo aspettati una risposta con impegni precisi e tempi certi. La risposta vera invece non è di questo tipo. Peccato, perché in questo periodo la gente, anche di Serina, ha bisogno di fatti concreti e poche parole. I fatti però sono in capo a chi ha vinto le elezioni. A noi purtroppo, che le elezioni le abbiamo perse, è concesso solo sollecitare il comune perché intervenga. Insomma, si sbrighino perché tocca a loro governare Serina. Noi faremo intanto la nostra parte in consiglio comunale (stiamo per presentare altre 5 interrogazioni/interpellanze) e anche attraverso azioni di volontariato, replicando a settembre la giornata ecologica, simile a quella di maggio.”
Annunci

Le risposte alle nostre interrogazioni e interpellanze: denuncia Uniacque e strada per Valpiana

Standard

Nelle ultime settimane sono arrivate le risposte a due delle nostre interrogazioni e interpellanze.

INTERROGAZIONE STRADA VALPIANA
 A inizio mese ci siamo informati riguardo le misure stabilite da Provincia e dall’Amministrazione per la sistemazione della strada sopra il campo sportivo che porta a Valpiana.
Dal 16 maggio (giorno dell’apertura della crepa) era stato istituito il senso unico alternato regolato da semafori. L’intervento eseguito in questo mese ha previsto le opere di livellamento e di asfaltatura.
Tale lavoro di asfaltatura si caratterizza però come opera provvisoria a cui speriamo segua presto una corretta e giusta operazione di stabilizzazione. Infatti si tratta di “cedimento plastico” quello che ha coinvolto la strada e, per definizione, lascia intendere che il manto stradale è danneggiato, pertanto non ha quella resistenza e stabilità che aveva inizialmente.
Nella risposta fornitaci dal sindaco sono stati garantiti l’urgenza dell’operazione presso gli Uffici Provinciali, il monitoraggio quotidiano e l’assenza di pericoli per gli avventori della strada.
INTERPELLANZA RICORSO TAR DA PARTE DI UNIACQUE
Uniacque S.p.A. ha denunciato il comune di Serina poiché lo stesso si rifiuta di conferire il Sii, servizio idrico integrato, a Uniacque, società individuata dall’ATO come titolare del servizio di tutta la provincia. Uniacque lo fa in virtù della legge che obbliga tutti i comuni superiori ai 1000 abitanti a conferire il servizio al gestore unico.Nel risponderci all’interpellanza il sindaco ci ha trasmesso i documenti relativi al processo. Siccome si tratta di atti processuali, non li pubblicheremo. In sostanza dall’una e dall’altra parte si sostiene quanto emerso anche in campagna elettorale e che anche noi anticipavamo come scenario futuro. Da parte di Uniacque si cita appunto la legge nazionale che obbligherebbe Serina a cedere il servizio, anche in virtù del fatto che sempre per la legge nazionale il comune non avrebbe più competenze su acquedotto e fognatura. Da parte del comune di Serina, si sostiene che Uniacque è una società debole finanziariamente, che non ha eseguito opere concordate con lo stesso comune e che quando il comune di Serina ha esercitato il potere di controllo come socio, tale società non ha dato riscontro alle richieste del comune.

Come F&T ribadiamo, al di là della disputa sulla titolarità del servizio, che Serina si trova in una situazione molto particolare. Difatti, oltre al tema della gestione, Serina è sotto processo a livello europeo per la mancata depurazione. Inoltre il servizio stesso presenta alcuni problemi significativi di manutenzione  Quindi, sorvolando su chi gestisce il servizio, bisogna trovare soluzioni concrete per mantenere la qualità e il costo del servizio a livelli buoni per i cittadini. In secondo luogo, occorre trovare una soluzione al problema della depurazione e di conseguenza evitare la multa. Pensiamo che queste soluzioni non può trovarle il comune visto le poche risorse a disposizione e debba cercare aiuto per forza all’esterno. Forse un dialogo maggiore  e non lo scontro con Uniacque, sarebbe servito per portare a casa opere e servizio migliore. Ora attendiamo l’esito del processo al TAR, sperando che si risolva in una disposizione non negativa per il comune di Serina, il quale, se soccombente, sarebbe chiamato a pagare le spese processuali e non solo.

Nuove interrogazioni e interpellanze: F&T continua a lavorare in consiglio comunale

Standard

Nonostante il clima di vacanza, il gruppo Futuro & Tradizione continua a lavorare.
Oggi abbiamo presentato una proposta di modifica del regolamento comunale, 2 interpellanze e un’interrogazione.

INTERROGAZIONE STRADA VALPIANA

L’interrogazione è rivolta a conoscere lo stato attuale della STRADA DI VALPIANA, che nei pressi del campo sportivo sta da due mesi ormai cedendo. Chiediamo inoltre come il comune si sta attivando presso la provincia e che tempistiche si prevedono.

A questo link l’interrogazione integrale:   http://issuu.com/andreatiraboschi/docs/2013__interrogazione_strada_per_val

INTERPELLANZA ECOMOSTRO CONDOMINIO ALBEN

 In seguito alla perdita della causa da parte dei comuni di Serina e Oltre il Colle contro l’immobiliare Foppabella, chiediamo le intenzioni dell’amministrazione rispetto all’amianto presente nel condominio.

Qua il link con l’interrogazione integrale: http://issuu.com/andreatiraboschi/docs/2013_interpellanza_ecomostro_alben

INTERPELLANZA RICORSO TAR DA PARTE DI UNIACQUE

Come ampiamente previsto, Uniacque S.p.A. ha denunciato il comune di Serina poiché lo stesso si rifiuta di conferire il Sii, servizio idrico integrato, a Uniacque, società individuata dall’ATO come titolare del servizio di tutta la provincia. Uniacque lo fa in virtù della legge che obbliga tutti i comuni superiori ai 1000 abitanti a conferire al gestore unico, come riportato anche dall’Eco di Bergamo il 12/06/2013.

Il link con l’interpellanza integrale:

http://issuu.com/andreatiraboschi/docs/2013_interpellanza_uniacque

MODIFICHE REGOLAMENTO COMUNALE

Riportiamo la lettera inviata al sindaco, ai consiglieri di maggioranza e all’assessore esterno.
Qua il link alla relazione tecnica e agli emendamenti: http://issuu.com/andreatiraboschi/docs/2013__modifiche_al_reg._e_statuto

Carissimi,
in contemporanea alla presente abbiamo depositato presso il protocollo del comune di Serina una serie di emendamenti al regolamento comunale. Tali emendamenti, come si evince dalla relazione tecnica riassuntiva, hanno il compito di andare a chiarire alcuni aspetti dell’attività del consigliere finora ambigui. Difatti alcuni articoli del regolamento comunale vigente sono in contrasto fra loro, ad esempio sull’obbligo della discussione di un atto di attività ispettiva in seno al consiglio comunale. Altri invece presentano dei termini che lasciano poco spazio al valore dell’attività del consigliere. Pensate ad esempio che noi consiglieri per presentare emendamenti alle proposte di delibera abbiamo solo 3 giorni circa, poiché l’ordine del giorno è comunicato per regolamento 5 giorni prima e gli emendamenti sono da consegnare 48 ore prima in forma scritta. Ci pare opportuno dare tempo anche a noi per un lavoro proficuo per la comunità, per assumere informazioni e formulare proposte. 
Vi invitiamo quindi a prendere visione di tali emendamenti e se vorrete di firmarli voi stessi. Siamo certi che una semplificazione delle norme e una maggiore valorizzazione del lavoro dei consiglieri troverà un vostro consenso.
Se lo riterrete opportuno, prima della prossima seduta del consiglio comunale in cui affronteremo tali emendamenti, siamo disponibili ad avere un confronto all’interno di una conferenza dei capigruppo aperta a tutti i consiglieri, in modo tale da illustrare gli emendamenti e i loro contenuti prima che si passi all’illustrazione in sede di consiglio comunale e alla loro votazione.

Confidiamo pertanto in una vostra risposta positiva a breve.